Vertigini
Neurobase.it
Xagena Mappa
Tumori testa-collo

Malattia di Parkinson avanzata: reazioni avverse e complicanze dei trattamenti dispositivo-assistiti


Quali sono gli eventi avversi e le complicanze di ogni trattamento dispositivo-assistito ?

Le seguenti informazioni di sicurezza derivano dagli studi disponibili selezionati. I disegni di studio, le popolazioni di pazienti e la metodologia per il monitoraggio della sicurezza variano, perciò le prevalenze di complicanze ed eventi avversi non possono essere confrontate tra i trattamenti.

a) Stimolazione cerebrale profonda - Le complicanze e gli eventi avversi relativi a stimolazione cerebrale profonda possono verificarsi durante la chirurgia, nel periodo immediatamente post-operatorio, e con stimolazione cronica.
Quando si selezionano i pazienti per la stimolazione cerebrale profonda, i medici devono prendere in considerazione i possibili e probabili profili di eventi avversi caso per caso.
La scelta del target di stimolazione cerebrale profonda può dipendere dalle caratteristiche dell’individuo, in particolare dall’età o da lievi cambiamenti comportamentali.

Lo stato psichiatrico del paziente deve essere valutato, in quanto può esserci un rischio per lo sviluppo di apatia post-stimolazione cerebrale profonda.

Il rischio di depressione e suicidio deve essere considerato in presenza di una precedente storia psichiatrica.

Anche l’equilibrio e la disartria possono peggiorare e devono essere considerati.

È importante garantire che il paziente sia operato in un Centro con competenze chirurgiche appropriate e strutture adeguate per il follow-up e la cura a lungo termine.

b) Apomorfina - Complicanze ed eventi avversi correlati all’Apomorfina sottocutanea possono verificarsi durante l'inizio del trattamento o a trattamento in corso e possono essere correlati al dispositivo o al farmaco.
Sono disponibili pochi dati pubblicati sulla sicurezza e la tollerabilità della continua infusione per via sottocutanea di Apomorfina.
In generale, i dati disponibili sono derivati da serie di casi e case report.

Per ridurre al minimo il rischio di complicanze, i pazienti, gli operatori sanitari e i medici dovrebbero garantire una cura ottimale dei problemi cutanei, utilizzare cannule sterili corrette e aggiornate, effettuare regolari controlli del sangue per identificare una potenziale anemia emolitica autoimmune ( estremamente rara ) e monitorare i pazienti per l’eventuale sviluppo di problemi comportamentali correlati agli agonisti della dopamina.

c) Gel intestinale di Levodopa-Carbidopa - Possono verificarsi complicanze ed eventi avversi legati alle infusioni di gel intestinale di Levodopa-Carbidopa durante l'impianto chirurgico o l'uso del dispositivo, e possono essere correlati al dispositivo o al farmaco.
Sono disponibili pochi dati pubblicati a lungo termine su sicurezza e tollerabilità.

Per ridurre al minimo il rischio di complicanze, dovrebbe essere coinvolto un gastroenterologo esperto che abbia familiarità con il sistema di infusione utilizzato. Una stretta collaborazione tra neurologo e gastroenterologo è essenziale.
I pazienti devono essere monitorati per la neuropatia periferica, la perdita di peso e lo stato della vitamina B12. ( Xagena2015 )

Odin P et al, Parkinsonism and Related Disorders 2015; 21: 1133-1144

Neuro2015 Farma2015


Indietro