Vertigini
Neurobase.it
Xagena Mappa
Tumori testa-collo

Lo spettro della encefalite acuta: cause, gestione e predittori di esito


Sono state descritte e analizzate le eziologie, le presentazioni cliniche, la gestione terapeutica e gli esiti dei pazienti con encefalite acuta, e sono stati identificati i predittori di esito.

È stata condotta una revisione retrospettiva di pazienti con diagnosi di encefalite acuta presso la Mayo Clinic di Rochester tra il 2000 e il 2012.

Sulla base della diagnosi finale, i pazienti sono stati suddivisi in 3 gruppi: encefalite virale, encefalite autoimmune, e encefalite di eziologia sconosciuta / altra eziologia.
Sono stati analizzati i fattori associati con esiti favorevoli ( punteggi Rankin Scale modificati 0-2 ) o non-favorevoli ( punteggi 3-6 ) alla dimissione ospedaliera.

Sono stati identificati 198 pazienti ( 100 uomini, 50.5%, e 98 donne, 49.5% ) con un'età media di 58 anni ( range 41.8-69 ).
Le eziologie hanno incluso infezione virale ( n=95, 48% ), eziologia autoimmune ( n=44, 22% ) ed eziologia sconosciuta / altra eziologia ( n=59, 30% ).

Un esito positivo al momento della dimissione è stato ottenuto da 48 pazienti ( 50.5% ) con encefalite virale, 17 ( 40.5% ) con encefalite autoimmune, e 32 ( 54,2% ) con eziologia sconosciuta / altra eziologia.

I tassi di mortalità sono stati 8%,12% e 5%, rispettivamente, in ciascuna delle 3 categorie.

All'analisi di regressione multivariata, i fattori che sono stati associati con risultati non-favorevoli sono stati età a partire da 65 anni ( P=0.0307 ), stato di immunocompromissione ( P=0.0153 ), coma ( P=0.0062 ), ventilazione meccanica ( P=0.0124 ) e trombocitopenia acuta ( P=0.0329 ).

Anche la conta delle cellule polimorfonucleate del liquido cerebrospinale è stata fortemente associata a una prognosi non-favorevole nella encefalite virale ( P=0.0027 ).

In conclusione, età avanzata, stato di immunocompromissione, coma, ventilazione meccanica, e trombocitopenia acuta predicono una prognosi non-favorevole nella encefalite acuta.
Per contro, l'eziologia di encefalite, lo sviluppo di crisi convulsive o di deficit neurologico focale e i risultati della risonanza magnetica non sono stati associati con gli esiti clinici. ( Xagena2015 )

Singh TD et al, Neurology 2015;84:359-366

Neuro2015 Inf2015



Indietro