Vertigini
Neurobase.it
Xagena Mappa
Tumori testa-collo

Effetto della integrazione di Acidi grassi polinsaturi Omega 3 a lungo termine con o senza intervento multidominio sulla funzione cognitiva negli anziani con disturbi della memoria


Non sono stati condotti ampi studi per studiare l'efficacia di un intervento che unisca un composto specifico e diversi interventi sullo stile di vita rispetto al placebo per la prevenzione del declino cognitivo.
È stato testato l'effetto della integrazione di Acidi grassi polinsaturi Omega 3 e un intervento multidominio ( attività fisica, allenamento cognitivo e consigli nutrizionali ), da soli o in combinazione, rispetto al placebo, sul declino cognitivo.

Lo studio MAPT ( Multidomain Alzheimer Preventive Trial ) era uno studio di superiorità di 3 anni, multicentrico, randomizzato, controllato con placebo, con quattro gruppi paralleli effettuato presso 13 Centri in Francia e Monaco.
I partecipanti non erano dementi, avevano 70 anni o più, e abitavano residenze per anziani, e avevano riportato al proprio medico un problema di memoria, limitazioni in una attività strumentale della vita quotidiana o una lenta velocità dell'andatura.

Sono stati assegnati in modo casuale all'intervento multidominio ( 43 sessioni di gruppo che integrano allenamento cognitivo, attività fisica e nutrizione e 3 consultazioni preventive ) più Acidi grassi polinsaturi Omega 3 ( 2 capsule al giorno fornendo una dose giornaliera totale di 800 mg di Acido Docosaesaenoico [ DHA ] e 225 mg di Acido Eicosapentaenoico [ EPA ] ), all'intervento multidominio più placebo, solo ad Acidi grassi polinsaturi Omega 3 o solo al placebo.

La valutazione degli esiti cognitivi è stata effettuata da neuropsicologi indipendenti in cieco.
L'esito primario era il cambiamento dal basale a 36 mesi su un punteggio Z composito che combinava quattro test cognitivi ( FCSRT [ Free and Cued Selective Reminding Test ] con richiamo libeo e totale, MMSE [ Mini-Mental State Examination ] dieci item di orientamento, DSST [ Digit Symbol Substitution Test ], e Category Naming Test ) nella popolazione intention-to-treat modificata.

Sono stati arruolati e assegnati in modo casuale 1.680 partecipanti tra il 2008 e il 2011.

Nella popolazione intention-to-treat modificata ( n=1.525 ), non vi sono state differenze significative nel declino cognitivo a 3 anni tra uno qualsiasi dei tre gruppi di intervento e il gruppo placebo.

Differenze tra i gruppi, rispetto al placebo, sono state pari a 0.093 ( P aggiustato=0.142 ) per il gruppo di intervento combinato, 0.079 ( P=0.179 ) per l'intervento multidominio più il gruppo placebo e 0.011 ( P=0.812 ) per il gruppo con Acidi grassi polinsaturi Omega 3.

146 partecipanti ( 36% ) nel gruppo multidominio più Acidi grassi polinsaturi, 142 ( 34% ) nel gruppo multidominio più placebo, 134 ( 33% ) nel gruppo di Acidi grassi polinsaturi e 133 ( 32% ) nel gruppo placebo, hanno presentato almeno un evento avverso emergente grave.

Sono stati registrati 4 decessi correlati al trattamento ( 2 nel gruppo multidominio più placebo e 2 nel gruppo placebo ).
Gli interventi non hanno sollevato problemi di sicurezza e non ci sono state differenze tra i gruppi negli eventi gravi o in altri eventi avversi.

L'intervento multidominio e gli Acidi grassi polinsaturi, da soli o in combinazione, non hanno avuto effetti significativi sul declino cognitivo nell'arco di 3 anni negli anziani con disturbi della memoria.
Rimane da stabilire una strategia di intervento multidominio efficace per prevenire o ritardare il deterioramento cognitivo e la popolazione target, in particolare in contesti del mondo reale. ( Xagena2017 )

Andrieu S et al, Lancet Neurol 2017; 16: 377-389

Neuro2017 Farma2017


Indietro