Vertigini
Neurobase.it
Xagena Mappa
Tumori testa-collo

Associazione tra uso di statine e rischio di demenza: una meta-analisi di studi osservazionali


L'impatto delle statine sulla riduzione del rischio di demenza è stato oggetto di dibattito nell'ultimo decennio, ma le evidenze rimangono inconcludenti.
Pertanto, è stata condotta una meta-analisi di studi osservazionali rilevanti per quantificare l'entità dell'associazione tra la terapia con statine e il rischio di demenza.

Sono stati ricercati in modo sistematico gli studi pertinenti pubblicati nel periodo gennaio 2000 a marzo 2018.

Un totale di 30 studi osservazionali, per un totale di 9.162.509 partecipanti ( 84.101 pazienti affetti da demenza ), hanno soddisfatto i criteri di ammissibilità.

I pazienti con statine avevano un rischio di demenza per tutte le cause inferiore rispetto a quelli senza statine ( rapporto di rischio [ RR ] 0.83; IC 95% 0.79-0.87, I2 = 57.73% ).

La riduzione complessiva della malattia di Alzheimer nei pazienti con uso di statine è stata pari a RR 0.69 ( IC 95%, 0.60-0.80, p inferiore a 0.0001 ) e l'RR complessivo dell'uso di statine e del rischio di demenza vascolare è stato RR 0.93 ( IC 95%, 0.74-1.16; p = 0.54 ).

In conclusione, lo studio ha indicato che l'uso di statine è significativamente associato a un ridotto rischio di demenza. ( Xagena2020 )

Poly TN et al, Neuroepidemiology 2020; 54: 214–226

Cardio2020 Neuro2020 Farma2020


Indietro